Viaggio in Guinea Bissau e Arcipelago delle Bijagos: in occasione del fantastico carnevale

Viaggio in Guinea Bissau e Arcipelago delle Bijagos: in occasione del fantastico carnevale

Il Carnevale in Guinea Bissau è un grande mix di tradizioni afro-brasiliane  ed è la festa più sentita dall’intero paese. A Bissau lungo il viale principale « Avenida Amilcar Cabral», le maschere provenienti da ogni regione del paese e dai “Bario” (quartieri della capitale) cominciano a sfilare.  Tam-tam, maschere tradizionali, guerrieri armati di frecce e coperti da pelli di coccodrillo, maschere contemporanee in carta pesta, e ragazze vestite solo di perline. Ore di sfilata, che fanno di questo carnevale un indimenticabile “festa popular”, dove l’influenza brasiliana si sincretizza con la gioia di vivere e la magia africana.

Unitevi a noi in questo intenso viaggio, immersi tra natura, cultura tribale e soprattutto tanta gioia e divertimento !

  • Durata: 9 giorni
  • Guida parlante italiano
Prezzo da 2750 € Invia la tua richiesta
Giorno 1

 Bissau

Arrivo a Bissau  e trasferimento in hotel.

 

Giorno 2

Carnevale tribale

Mattinata interamente dedicata all’etnia Manjaco. Seguiremo un percorso accidentato che attraverso la vegetazione lussureggiante, minuscoli villaggi, e distese di anacardi ci condurrà ai loro territori.  In ogni villaggio alcuni pali di legno chiamati Pecal rappresentano gli spiriti nel santuario degli antenati.  Un’opportunità rara di ammirare l’arte tribale nel suo contesto originale

Giorno 3

Villaggi nella foresta

A bordo di una  barca a motore raggiungeremo l’ampio fiume Cacheu per vedere i pellicani bianchi, aironi, egrette, cicogne e fenicotteri rosa. Lasceremo il fiume per un’intrigante navigazione all’interno di una foresta di mangrovie. Dopo poche ore raggiungeremo villaggi dove il turismo è totalmente sconosciuto e andremo ad incontrare le tribù Felupe e Baiote. Queste popolazioni vivono all’interno di un ecosistema isolato, dedicandosi principalmente alla coltivazione del riso attraverso l’uso di una complessa “tecnologia ancestrale” che permette loro di bonificare i terreni salini.

 

Giorno 4

Carnevale di Bissau

Trasferimento verso Bissau, piccola e accattivante capitale con i vecchi quartieri portoghesi e l’immenso forte risalente all’epoca della tratta negriera. Nel pomeriggio il carnevale esplode in mille colori: lungo il viale principale le maschere provenienti da ogni regione del paese e dai “Bario” (quartieri della capitale) cominciano a sfilare. Tam-tam, maschere tradizionali, guerrieri armati di frecce e coperti da pelli di coccodrillo, maschere contemporanee in carta pesta, e ragazze vestite solo di perline. Ore di sfilata, che fanno di questo evento un indimenticabile “fiesta popular” dove l’influenza portoghese si sincretizza con la gioia di vivere e la magia africana.

Giorno 5

Arcipelago delle Bijagos

In mattinata partenza per cinque giorni di navigazione  che ci porteranno ad attraversare l’arcipelago alla scoperta di isole e isolotti dimenticati, tra i quali la marea lascia trasparire larghi banchi di sabbia.  Grazie ai paesaggi idilliaci, alla particolare fauna ed alla cultura tribale intatta, le Bijagos sono considerate un autentico “gioiello geografico”.   Le donne indossano ancora il “saiya”, gonnellina tradizionale in paglia. La vita nel villaggio è caratterizzata dall’importanza che è riservata alle maschere, ancora oggi utilizzate durante cerimonie spesso segrete.

L’isola di Orango ci affascinerà per i suoi colori: il verde intenso della foresta, la sabbia bianca che ricopre le spiagge, frequentate esclusivamente dagli uccelli,  e le rocce brune che fanno da contrasto al blu dell’oceano.

Giorno 6

Isole segrete

Partenza alla scoperta di minuscole isole e villaggi incontaminati  dove l’arrivo del viaggiatore è ancora un evento raro. Lasceremo la nostra barca sulla spiaggia e seguiremo un sentiero che si dipana nella vegetazione per raggiungere gli insediamenti che la foresta protegge da incursioni provenienti dal mare. Seguendo la tradizione africana, inizieremo la nostra visita rendendo omaggio ai Capi locali, infatti il rispetto delle regole tradizionali è fondamentale per essere ben accettati all’interno della comunità ed avere il permesso di  visitare i villaggi ed i santuari sacri.

 

Giorno 7

Tribù matriarcali

La cultura tribale delle Bijagos prevede una forma di semi-matriarcato all’interno della quale un ruolo molto importante viene riservato alle donne.

Circa 40 minuti di cammino ci porteranno al villaggio sacro di Okinka Pampa che ospita le tombe delle regine. Ritorneremo ad Orango per il pranzo e nel pomeriggio navigheremo verso l’Isola di Rubane .

Giorno 8

Vita sull’isola

Escursione in barca passando per Soga Bay ed ammirare la grande colonia di fenicotteri rosa. Visita di Bubaque, il più grande villaggio dell’arcipelago  e l’unico collegato al continente, tramite servizio di traghetto settimanale.   A Bubaque percorreremo vicoli sterrati, incontreremo un piccolo e coloratissimo mercato,  i bar locali e i venditori del luogo. Piuttosto interessante anche il museo etnografico dedicato alla cultura delle Bijagos.

Giorno 9

La Capitale fantasma

Partenza mattutina per Bolama che fu la capitale della Guinea portoghese, dalla sua creazione nel 1871 al 1941, quando la stessa fu trasferita a Bissau.  Oggi la città cade in rovina, in parte invasa dalla vegetazione tropicale,  grandi viali soleggiati e ormai silenziosi, larghe piazze vuote, fontane asciutte, giardini da cui deborda la vegetazione, begli edifici amministrativi e il palazzo del governatore dal grande colonnato neoclassico… dove oggi pascolano le capre. A Bolama aleggia l’atmosfera surreale di una città fantasma, ancora abitata.

Nel pomeriggio termineremo la navigazione arrivando a Bissau, la minuscola capitale, dove i nostri veicoli ci attenderanno per la visita della città. In serata trasferimento all’aereoporto per il vostro volo di rientro.

Modulo richiesta
  • Inserisci un valore compreso tra 1 e 50.