Viaggio in Ghana: escursioni e camminate

Un andare “lento e dolce”  per scoprire meglio la grande varietà di paesaggi e popolazioni di questo affascinante Paese del Golfo di Guinea.

In Africa Occidentale, qualche centinaio di metri lontano dalla rotta principale sono sufficienti per incontrare realtà fuori dal tempo. E’ quello che faremo, lasciando i veicoli per addentrarci nel “bush”.

Un itinerario perfetto per scoprire la costa, la foresta pluviale, la savana e visitare sperduti villaggi.

Nella regione del Volta saliremo sul Monte Afajato – con i suoi 885 mt di altitudine è la cima più alta del Ghana e  cammineremo lungo fiumi che ci condurranno a  rinfrescanti cascate.

Il Ghana è  anche il Paese dove è possibile incontrare popolazioni fuori dal tempo, assistere a cerimonie vudù,  visitare i castelli risalenti alla triste tratta degli schiavi , passeggiare nella Kakum Rainforest . Unitevi a noi per conoscere la cultura e la natura di questo affascinante Paese africano.

  • Durata: 15 giorni
  • Guida parlante italiano
Prezzo da 2600 € Invia la tua richiesta
Giorno 1

Nel Golfo di Guinea, Accra

Arrivo ad Accra e trasferimento in hotel. Tempo libero per relax.

Giorno 2

Le “ Shai Hills

Escursione del giorno: circa 2 ore; livello di difficoltà: facile.
La Shai Reserve è un “piccolo” parco recintato che preserva la fauna selvatica, la superfice è composta prevalentemente di piatta savana intervallata da una serie di colline. Durante l’escursione saremo accompagnati da una guida molto ben preparata sulla storia delle tribù Shai che qui vivevano nonché sulla flora e fauna della zona.
Ci sposteremo a bordo dei nostri veicoli per raggiungere la regione Krobo.
La regione Krobo è famosa per la produzione di perline. Alcune delle quali sono per l’appunto chiamate “krobo” ed occupano uno spazio importante nelle migliori collezioni del mondo.
Visiteremo un atelier specializzato nella produzione artigianale di perline e seguiremo il processo di produzione !

Giorno 3

Laguna & vudù

Ci spostiamo verso la regione costiera e lasciamo la strada principale per esplorare la laguna di Keta. Keta fu costruita su cave di sabbie che separano l’Oceano Atlantico dalla laguna di Keta.
In tutta la regione del litorale del Benin e del Togo, il vudu è la religione tramandata dagli antenati ed è praticata con fervore. Quest’esperienza religiosa è molto più ricca e complessa dei cliché diffusi in Europa, secondo i quali il vudù non sarebbe altro che una bassa forma di magia nera. Si tratta invece di una religione che da’ senso e ordine alla vita di milioni di persone, qui e altrove nel mondo. In un villaggio assisteremo ad una celebrazione vudù. Durante la cerimonia puo’ succedere che tra suoni di tamtam e canti tale o tale Vudù s’impossessi d’alcuni adepti, dando luogo ad autentiche manifestazioni di trance.

Giorno 4

Foresta

Escursione del giorno: circa 2 ore; livello di difficoltà: facile.
Oggi ci dirigiamo verso la regione del Volta.
Il Tafi Atome, santuario delle scimmie, è stato creato nel 1993 per proteggere la comunità di scimmie sacre che vive nella limitrofa foresta. La popolazione locale infatti, considera sacre le scimmie e le tartarughe. Ci concederemo una piacevole passeggiata nella foresta accompagnati dalla guida locale che ci farà incontrare la grande comunità di scimmie Monas e Colobus.
Proseguiamo a bordo dei nostri veicoli attraverso una lussureggiante regione di foreste ammirando un’incantevole paesaggio di montagne e cascate.

Giorno 5

La cima più alta

Escursione del giorno: circa 2 ore; livello di difficoltà: moderato.
Oggi saliremo sul Monte Afadjato, il più alto del Ghana e parte della catena montuosa Agumatsa, che corre lungo la frontiera tra Ghana e Togo. Dalla cima una magnifica vista sulle comunità locali, foreste, montagne, vallate e in distanza ..il lago Volta. Il sentiero è piuttosto ripido ma la ricompensa è assicurata ! Durante l’escursione faremo sosta alla Cascata di Tagbo che sgorga formando una specie di piscina naturale, molto rinfrescante.

Giorno 6

Cascate

Escursione del giorno: circa 4 ore; livello di difficoltà: moderato.
Le cascate di Wli sono le più imponenti della regione: le acqua si lanciano da un’altezza di 60-80 metri e si fanno ammirare oltre per la caduta imponente anche per le formazioni montuose, le cime svettanti e la lussureggiante foresta.

Giorno 7

Savana

Ci dirigiamo verso nord e lasciamo la foresta per entrare nella regione delle savane e percorrere una zona poco visitata dal turismo e visitare i villaggi Dagomba. Questi villaggi si caratterizzano per un numero importante di case rotonde, con tetto in paglia. La casa del capo villaggio è riconoscibile per la dimensione: un grande ambiente con al centro un palo che sostiene il tetto. E’ qui che si riunisce il consiglio degli anziani.

Giorno 8

Streghe

Durante il trasferimento odierno incontreremo un grande villaggio popolato da… streghe. In un quadro di architettura tradizionale saremo accolti cordialmente da donne sulle quali pesa l’accusa di stregoneria. Considerate responsabili di fatti gravi quali la morte di un giovane, una malattia improvvisa, un raccolto mal riuscito… queste donne vengono esiliate in appositi villaggi, dove la presenza di un feticcio speciale è in grado di “controllarle”. La loro accoglienza gentile e sorridente fa da contrasto alle storie gravi che giustificherebbero il loro esilio.

Giorno 9

Wildlife

Escursioni del giorno: 2 camminate di circa 2 ore cad; livello di difficoltà: facile.
Il Parco Nazionale di Mole è il più grande rifugio naturale per la fauna selvatica del Ghana. Il parco ospita 93 specie di mammiferi inclusi elefanti, ippopotami, bufali, facoceri ed è considerato un’importante riserva per alcune specie di antilopi. L’avvistamento di iene, leoni e leopardi non è usuale ma non impossibile. Tra le 33 specie di rettili registrati, vale la pena ricordare il coccodrillo nano. La lista degli uccelli avvistabili arriva ad elencare 344 specie. Noi ci godremo di due piacevolissimi walking safari guidati. Uno al mattino presto e l’altro nel tardo pomeriggio, quando gli animali sono più attivi.

Giorno 10

Di nuovo foresta

Escursione del giorno: circa 1 ora; livello di difficoltà: facile.
Ci spostiamo verso sud. Nascoste nella foresta ci imbatteremo nelle cascate di Kintampo ed ammireremo le acque del Pumpu River che cadono da un’altezza di 70 metri per continuare poi il viaggio verso il Black Volta River. Una piacevole sosta rinfrescante.
Nella regione di Brong Afo abbandoneremo la strada per seguire la pista che procede fra muri di vegetazione e che ci condurrà alla foresta sacra di Fiema Boabeng.

Giorno 11

Kumasi

Kumasi è la capitale storica e spirituale dell’antico Regno Ashanti. Il popolo Ashanti ha rappresentato una delle nazioni più potenti d’Africa fino alla fine del XIX sec. allorchè gli inglesi lo conquistarono e ne fecero una delle loro colonie della Gold Coast. Gli Ashanti, grandi signori dell’oro, ancora oggi rappresentano una monarchia molto importante. Ancora oggi l’omaggio che viene tributato all’ Asantehene (re di tutti gli Ashanti) è la più grande prova dello splendore e del potere che fu del Regno Ashanti.
L’attuale Kumasi, con circa un milione di abitanti, si allarga a macchia d’olio sulle colline. Il suo fantastico mercato centrale e’ uno dei piu’ brulicanti d’Africa. Ci si puo’ trovare di tutto : oggetti in pelle, terracotta, stoffe kente, e ogni genere di verdura e frutta tropicale.
Nel pomeriggio, se in svolgimento, potremo assistere ad un tradizionale funerale Ashanti, durante il quale i partecipanti in segno di lutto indossano incantevoli toghe rosse o nere. Si tratta di un funerale a tutti gli effetti ma dall’atmosfera molto gioiosa. Il deceduto è considerato ancora presente e parte della famiglia. Amici e parenti insieme socializzano e onorano la sua memoria. I capi, all’ombra di grandi parasoli colorati, partecipano a queste celebrazioni circondati da tutta la corte, dai ritmi dei tamburi e dai ballerini che danzano con movenze ricche di gestualità e simbolismo.

Giorno 12

Festival reale

Inizieremo la giornata con la visita al museo del Palazzo Reale di Kumasi dove potremo ammirare la collezione di manufatti ashanti.
In seguito parteciperemo all’Awukudae: grande festa presso la corte del re ashanti.
La cerimonia si dispiega intorno ai capi tradizionali al fine di beneficiare della costante protezione degli spiriti. In segno di rispetto, il popolo inginocchiato rende omaggio ai capi .
Sotto un ombrello di panni colorati siede il re, abbigliato con tessuti dai colori vivaci e adorno di antichi gioielli d’oro. Davanti al monarca si apre uno stretto corridoio formato dai portatori di spade e custodi di coltelli rituali, guardiani armati di fucili ad avancarica, dignitari con ventagli di piume di struzzo. Durante la cerimonia i cortigiani offrono i loro regali, i griots recitano la storia dei re ashanti, i suonatori di tamburi e trombe d’avorio scandiscono il ritmo della celebrazione, mentre danzatrici corpulente avvolte in tessuti rosso sgargiante, eseguono danze tradizionali caratterizzate da un’alternanza di movimenti delicati e di spostamenti rapidi da una parte all’altra della scena.
Quest’autentica cerimonia si svolge in uno degli ultimi regni africani ad aver mantenuto intatti i suoi rituali.

Giorno 13

Kakum National Park

Escursione del giorno: circa 1 ora; livello di difficoltà: facile.
Raggiungiamo il Kakum National Park, che copre una superficie di 357 mq di indisturbata foresta vergine. Ci troviamo in uno dei più variegati ecosistemi del continente africano. Qui i guardiani del parco vengono appositamente formati nello studio e nell’uso delle piante medicinali autoctone.

Giorno 14

Castelli

Escursione del giorno: circa 1 ora; livello di difficoltà: facile.
In mattinata eccitante camminata lungo il “canopy” del Parco Nazionale di Kakum che permette di contemplare la foresta dall’alto .
Il canopy di Kakum, un ponte di corde assicurato a cavi in acciaio, rappresenta il ponte più lungo e più alto di questo genere in tutto il mondo. Da un’altezza di 30 – 40 metri si può avere una vista del tutto originale sulla foresta.
Nel pomeriggio visita del Castello di Elmina, il più antico in Africa. I portoghesi lo costruirono nel 15th secolo. In passato fu usato in momenti diversi come base per il commercio dell’oro, dell’avorio e purtroppo anche per la tratta degli schiavi. Al di fuori delle mura, si estende un meraviglioso villaggio di pescatori con il porticciolo sempre affollato di grandi e colorate piroghe. Ogni giorno, pilotate da esperti pescatori che in questo modo ricavano la loro fonte di sostentamento, le piroghe affrontano il duro oceano.
I vicoli della vecchia città sono immersi in un’atmosfera vivace che ci riporta al tempo in cui Elmina era una vivace cittadina coloniale.

Giorno 15

Metropoli africana

Accra, capitale del Ghana, ha saputo mantenere la proprio specificità nonostante il veloce sviluppo di cui si è resa protagonista questa intrigante città africana. In agenda avremo la visita al Museo Nazionale , costruito subito dopo l’indipendenza del Ghana. Continueremo con la visita di James Town, il vecchio quartiere abitato dalla popolazione autoctona , conosciuta come Ga.
Termineremo il tour con la visita ad un laboratorio di costruttori di bare “fantasy”, questi incredibili prodotti artigianali dai colori sgargianti hanno forme assolutamente inusuali : frutto, animali , pesci, vetture, aeroplani… il solo limite è l’immaginazione e la fantasia dei futuri occupanti…tutto il resto è possibile.
Tempo libero per gli ultimi acquisti presso il Centro Artigianale.
In serata trasferimento all’aeroporto per il vostro volo di rientro.

Modulo richiesta
  • Inserisci un valore compreso tra 1 e 50.