Festival ed eventi in Senegal

Di seguito una lista dei principali festival del Senegal che hanno rilevanza nazionale ed internazionale. Occorre inoltre tenere conto che in ogni villaggio si svolgono festival locali, specialmente durante il periodo dei raccolti.

In Casamance le società animistiche tengono viva la tradizione delle maschere danzanti, le quali sono rispettate da tutti in quanto considerate espressione degli Spiriti. Le maschere sacre ancora oggi giocano un importante ruolo nel regolare e risolvere i conflitti tra gli abitanti dei villaggi.

Il Senegal abbonda di vivaci feste ed eventi, la maggior parte dei quali sono anche meravigliose vetrine per la musica e l’arte senegalese. Per esempio l’arrivo dell’anno nuovo viene celebrato con grande sfarzo di musica e percussioni durante il Festival Abéné e con una serie di concerti acustici di blues durante il festival Les Blues du Fleuve. Mentre gli artisti contemporanei provenienti da tutto il continente africano, colgono l’occasione di mostrare il loro talento durante la Dak’art Biennale che si tiene ogni due anni.

Abéné Festival

Festival delle percussioni che dura 10 giorni, organizzato dalla comunità Abéné della Casamance. Inzia con la fine del mese di dicembre e si estende ai primi giorni del nuovo anno. I suonatori di djembe e altre percussioni sono in genere l’attrattiva principale del festival, ma la notte i visitatori possono trovare grande divertimento assistendo alle danze tradizionali senegalesi oppure agli incontri di lotta tradizionale. L’evento attira moltissimi artisti e visitatori dal resto dell’Africa occidentale ma anche dall’Europa.

Dak’Art Biennale

Questo vivace e colorato evento si svolge a Dakar ogni due anni e l’attesa è ogni volta ben ripagata. L’appuntamento attira artisti contemporanei da tutta l’Africa, che qui possono mostrare i loro dipinti, sculture, performances e altri capolavori presso le gallerie della capitale.

St Louis Jazz Festival

A maggio la città di St Louis ospita uno dei più grandi festival africani di jazz. Qui si sono esibiti leggende quali Joe Zawinul e Herbie Hancock , tanto per citarne solo due, ma ogni anno il programma prevede la partecipazione di almeno 30 nuovi artisti. Nel corso degli anni il festival ha allargato le sue proposte includendo concerti di blues, soul e musica rap che si svolgono in varie locations sparse per la città. Tuttavia le crociere lungo il fiume Senegal sono sicuramente la maniera più romantica di godere di questi indimenticabili concerti.

Kaay Fecc

Festival a Dakar che si svolge tra fine maggio ed inizio giugno. Si tratta di un festival di danza tradizionale e contemporanea, espressione del continente africano e del resto del mondo, anche se la parte del leone viene indubbiamente fatta dalle coreografie africane.

Gorée Diaspora Festival

Questo festival artistico fu concepito per promuovere il legame tra il Senegal e i discendenti degli schiavi che furono costretti a lasciare l’Africa. L’isola di Gorée fu purtroppo uno dei punti di imbarco forzato. Conferenze, incontri, dibattiti si svolgono a fianco di vivaci spettacoli di danza e musica. Il festival si svolge ogni anno tra novembre e dicembre. Qui molti artisti e visitatori discendenti degli schiavi africani, hanno avuto l’opportunità e la grande emozione di riscoprire le proprie radici .

Festival International du Film de Quartier

A dicembre Dakar ospita il più grande festival cinematografico del Senegal, creato nel 1999. Oggi filmmakers provenienti da tutto il Paese hanno l’opportunità di proiettare le loro opere presso musei, ristoranti e numerosi altri centri culturali di Dakar che appositamente allestiscono schermi giganti disponibili per tutta la durata del festival.

Magal de Touba

E’ l’appuntamento più importante per la confraternita islamica dei Mouride sparsi in tutto il mondo. Si tratta del pellegrinaggio che muove milioni di adepti della fratellanza Mouride e M’baye verso Touba per pregare e rendere visita ai santuari, rendendo onore alle più importante figure religiose. Si sostiene che chiunque si rechi al Magal de Touba è esentato dal recarsi alla Mecca.

Les Fanals de St. Louis

È la risposta di St. Louis al carnevale di Rio de Janeiro. L’origine risale al XVIII sec. e affonda le radici nelle “grandi famiglie” della città che abbigliavano le loro giovani figlie con gli abiti più sontuosi per recarsi alla messa natalizia. Con il passare degli anni, ai ricercati abbigliamenti si sono aggiunte le innumerevoli lanterne che sfilano lungo le strade della vecchia St. Louis durante la viglia di Natale.

Festival du Sahel

La prima edizione si tenne nel 2009 ed oggi è considerato il più importante appuntamento, nel mondo, di musica e cultura saheliana. Durante le passate edizioni si sono avvicendati sul palco più di 30 band e spettacoli provenienti da 14 Nazioni, decine di esibizioni, proiezioni di filmati, laboratori e numerose altre attività che hanno come tema comune la diffusione di un messaggio di pace e solidarietà tra tutti i popoli. Si svolge nel nord del Senegal, tra le magnifiche dune del deserto di Lompoul.