Festival ed eventi in Guinea Bissau

Carnevale

Il carnevale in Guinea Bissau è un grande mix di tradizioni Afro – Portoghesi ed è la festa più sentita dall’intero paese. Si tiene in febbraio – marzo e dura un paio di giorni.

A Bissau lungo il viale principale «Avenida Amilcar Cabral», le maschere provenienti da ogni regione del paese e dai “Bario” (quartieri della capitale) cominciano a sfilare.

Tam-tam, maschere tradizionali, guerrieri armati di frecce e coperti da pelli di coccodrillo, affascinanti fanciulle che sfoggiano bellissime acconciature e che sfilano abbigliate solo di perline ed infine maschere contemporanee in carta pesta che testimoniano dell’incredibile fantasia e creatività di questo popolo.

Ore di sfilata, che fanno di questo carnevale un indimenticabile “festa popular”, dove l’influenza portoghese si sincretizza con la gioia di vivere e la magia africana.

Festa della maschera “Vaca Bruto”

La vita delle etnie Bijagos è ancor oggi governata dal ritmo delle stagioni e dell’agricoltura. Terminati i raccolti, durante la lunga stagione secca arriva il tempo delle cerimonie.

Vaca Bruto è una maschera lignea su cui sono montate delle autentiche corna di Zebù ed è l’incarnazione di un potente spirito della natura. I danzatori, la cui identità è tenuta segreta, appartengono a una precisa “classe di età” o grado di iniziazione. A queste danze intervengono tutti i personaggi del villaggio: gli anziani, i giovani guerrieri, i grandi iniziati che hanno portato in precedenza la maschera, sacerdoti e stregoni fra cui le potenti sacerdotesse tipiche di una società matriarcale.

Nidificazione delle tartarughe

L’isola disabitata di Poilao è di grande bellezza. Poilao è considerata uno dei principali siti di nidificazione per le tartarughe marine verdi. (Chelonia Midas).

Dopo il tramonto le tartarughe emergono dall’oceano per scavare nella sabbia una vasta buca e deporvi fino ad un centinaio di uova. Nello stesso momento le tartarughine appena nate emergono dalla sabbia e si dirigono verso l’oceano per iniziare un lungo viaggio. Questo periplo le riporterà sulla stessa spiaggia 25-35 anni dopo, quando le femmine avranno raggiunto la maturità sessuale.