Festivals & Événements au Burkina Faso

Le maschere Bwa e il festival FESTIMA

Alte più di due metri e di bella fattura le « maschere piatte » dei Bobo-Bwa sono bianche con disegni geometrici neri e rossi. Sono fra le più spettacolari del Burkina Faso. Alcune maschere eseguono con l’aiuto di altri personaggi delle vere « pièce » teatrali.

I Bwa del Burkina Faso sono dei coltivatori delle savane. La loro società è divisa in corporazioni claniche: i contadini, i fabbri ed i griot (cantastorie incaricati della trasmissione orale degli eventi del passato). La maggior parte dei Bwa sono rimasti fedeli alla religione tradizionale e le maschere vengono regolarmente impiegate nella celebrazione di miti.

In questo contesto ogni 2 anni in quel di Dedougou si svolge il FESTIMA:

Grandioso festival delle maschere che vede la partecipazione di circa 40 villaggi , ognuno di essi rappresentato dal proprio gruppo di maschere: le famose maschere « piatte » in legno che rappresentano lo spirito del « bush ». Per giorni le maschere danzano circondate da centinaia di persone venute ad ammirarne le forme e i passi di danza. Presto il Festival si trasforma in un momento di grande socializzazione, grazie anche al « mercato della comunità » sempre presente in questa occasione. Le notti trascorrono assistendo a pièce teatrali : i « griots » ivi convenuti si esibiscono e competono tra loro per dimostrare il miglior talento.

Viaggiando accompagnati per mano dalle guide di TransAfrica ci immergeremo in questo mondo così « diverso » dal nostro e avremo modo di comprendere che le altre culture e la diversità che esprimono sono patrimonio da conoscere, condividere ed infine proteggere.

FESPACO, Festival du Cinéma Africain

Le Festival Panafricain du Cinéma et de la Télévision de Ouagadougou (FESPACO) est l’un des plus grands festivals du cinéma africain. En voyageant avec TransAfrica, participez à ce festival qui se déroule tous les deux ans dans la capitale du Burkina Faso.

L’objectif du festival est de:

  • favoriser la diffusion de toutes les œuvres du cinéma africain,
  • permettre les contacts et les échanges entre professionnels du cinéma et de l’audiovisuel,
  • contribuer à l’essor, au développement et à la sauvegarde du cinéma africain, en tant que moyen d’expression, d’éducation et de conscientisation.

Le festival a été créé en 1969.

Cet événement est idéal pour tous les cinéphiles à la recherche de films de qualité.

La ville de Ouagadougou et sa population vivent pendant toute une semaine au rythme du festival. Cet événement n’est donc pas réservé à une élite mais bel et bien une fête populaire du 7ème art. Voilà qui vaut bien un séjour au Burkina Faso!

Jazz à Ouaga

Il Festival « Jazz à Ouaga » (http://www.jazz-ouaga.org) ha visto la sua prima edizione nel 1992 a Ouagadougou e nel 2014 verrà celebrata la 22ma edizione.

Ouagadougou è la storica sede dell’evento ma negli ultimi anni anche Bobo-Dioulasso e Kedougou hanno ospitato diversi concerti.

Nel corso degli anni « Jazz à Ouaga » è diventato uno dei maggiori festival di riferimento per gli appassionati di jazz. L’alta qualità del programma offerto è infatti in grado di soddisfare totalmente un pubblico sempre più internazionale.

Uscite di maschere in marzo-aprile, maschere africane per invocare la pioggia

Ogni anno, all’approssimarsi della stagione delle piogge, molti villaggi del Burkina nella regione di Bobo Dioulasso si affidano alle maschere per ottenere piogge abbondanti.

In realtà animiste, quali sono i Paesi dell’Africa Occidentale, si affida alle maschere il ruolo di rappresentare e perpetuare il proprio rapporto con gli dei.

Le maschere si danno appuntamento per una grande festa. Si riconosceranno maschere che rappresentano antilopi, lepri, caimani, anatre, serpenti, scimmie, tartarughe. Il mondo della savana è riunito, e con esso gli spiriti, pronti a danzare e ad estasiare il pubblico. Noi occidentali saremo sorpresi ed estasiati dalla bellezza delle maschere e dai movimenti dei danzatori; per gli abitanti si tratta invece d’un vero e proprio atto di culto, accompagnato da esclamazioni di compiacimento ed applausi. Le maschere hanno il potere di aprire una breccia nel presente per proiettare il villaggio in un’altra dimensione, tanto vera quanto la realtà materiale quotidiana.